PROVE LIBERE 1: Buemi fa il passo nella sessione di apertura da Hyderabad, Wehrlein scatta

Unisciti alla Formula E

Accedi o crea il tuo account Formula E

Iscriversi è facile, veloce e gratuito

Avrai accesso a:

  • Helmet

    Notizia. Analisi. Caratteristiche esclusive

  • Schedule

    Prenotazione prioritaria. Prezzi anticipati

  • Trophy

    Concorsi. Sconti. Esperienze

  • Podium

    Prevedi. Votazione. Vincita

PER CONTINUARE A LEGGERE...

Dovrai accedere o creare un account Formula E.

PROVE LIBERE 1: Buemi fa il passo nella sessione di apertura da Hyderabad, Wehrlein scatta

La storia è stata scritta a Hyderabad quando l'ABB FIA Formula E Championship ha completato il suo primo giorno di gare in pista in India. È stato Sebastien Buemi di Envision Racing a stabilire il ritmo iniziale, battendo la classifica dei tempi al termine delle prove libere 1 con un tempo di 1m15.088s.

Sebastien Buemi tops FP1 in Hyderabad

Dopo un inizio ritardato della sessione, tutte le auto si sono fatte strada sul circuito cittadino di 2,835 km. Tuttavia, a pochi minuti dall'inizio delle FP1, la TAG Heuer Porsche di Pascal Wehrlein ha sventolato una bandiera rossa dopo un forte impatto alla curva 18.

RISULTATI: La classifica completa delle FP1

Insinuando che l'acceleratore della sua Porsche fosse bloccato, la vettura tedesca entrò in contatto con le barriere ad alta velocità e causò danni significativi sia alla parte anteriore che posteriore della sua auto. L'incidente ha anche ricoperto la pista di detriti, ma l'efficienza dei commissari locali ha permesso di riprendere le gare pochi minuti dopo.

Il leader del campionato Wehrlein è riuscito a togliersi dalla vettura e sta bene, ma ha ricevuto cure mediche dopo lo shunt per un infortunio al piede. Con la sua 99X Electric Gen3 che ha passato il resto della sessione a bordo pista, Porsche ha deciso di tenere tutte le auto con i suoi propulsori in garage e rimaste fuori per il resto della sessione fino a quando non fossero state in grado di raccogliere i dati e imparare dall'incidente.

È stata una decisione importante da parte di Porsche, che ha escluso dalla sessione il compagno di squadra di Wehrlein e campione della stagione 6 Antonio Felix da Costa. Anche Avalanche Andretti, un team cliente dei propulsori Porsche e casa del vincitore della gara di Città del Messico Jake Dennis, è stato costretto a saltare l'importante tempo di corsa. Questa sera in India sarà impegnativa per Porsche, che recentemente ha fatto la doppietta e ha vinto entrambe le gare nel weekend dell'E-Prix di Diriyah. Non solo dovranno ricostruire l'auto di Wehrlein, ma dovranno anche andare fino in fondo alla questione.

Altrove in pista, Edoardo Mortara di Maserati MSG Racing si è messo un po' troppo a suo agio con il NIO 333 di Dan Ticktum, che ha guidato la parte posteriore della sua auto durante la sessione. Anche Jake Hughes di NEOM McLaren ha avuto un momento tutto suo, lottando con la sua papaya McLaren in ATTACK MODE ma gestendola bene.

Buemi, che è stato il più veloce, ha mostrato un ottimo ritmo nelle ultime gare, ottenendo anche la pole position di Julius Baer con la sua Envision durante la gara di sabato a Diriyah e attualmente si trova appena dietro a Jake Hughes (NEOM McLaren) come secondo miglior pilota di questa stagione. Dietro a Buemi, il due volte campione e pilota DS PENSKE, Jean-Eric Vergne. Dato che DS PENSKE è tra i primi favoriti, questo ritmo iniziale sarà un cambiamento positivo per la squadra che finora non ha sfruttato il proprio potenziale in questa stagione.

Sergio Sette Camara del NIO ha completato la top tre volte, con il duo Jaguar TCS Racing composto da Sam Bird e Mitch Evans che ha concluso la sessione con un promettente quarto e quinto posto, rispettivamente, nel «territorio di casa» per l'azienda di proprietà di Tata.