26 feb 21

Nyck de Vries storms to maiden win Formula E's first night race; the season-opening 2021 Diriyah E-Prix 

Nyck de Vries strode to victory in Formula E's first ever night race, and the series' opening race as an FIA World Championship, as the Mercedes-EQ driver completed a clean sweep; topping every session in Round 1 on his way to a maiden Formula E win.

Nyck de Vries di Mercedes-EQ ha conquistato la vittoria nel Round 1 del double-header in notturna di Dir'iyya, la prima gara della Stagione 7 di Formula E come Campionato mondiale della FIA, precedendo Edo Mortara (ROKiT Venturi Racing) di circa quattro secondi e Mitch Evans (Jaguar Racing).

La gara del pilota olandese alla fine è stata perfetta: De Vries ha saputo gestire i periodi di Safety Car e la pressione degli avversari riuscendo a concludere con un vantaggio di quattro secondi sul gruppo.

De Vries si è difeso bene dagli attacchi di Wehrlein e Rast, con il pilota dell'Audi che inseguiva il suo connazionale per conquistare la seconda posizione alla Curva 1. Una brutta uscita dalla curva del pilota della Porsche ha consentito al poleman di staccarsi dal gruppo, così alla fine del primo giro aveva già un divario di 1,2 secondi.

Mentre il gruppo di testa, formato da Wehrlein, Rast, Mortara, Evans e Alex Lynn (Mahindra Racing), inseguiva De Vries, Sam Bird, nuovo arrivato nel team Jaguar, superava Maximilian Guenther (BMW i Andretti Motorsport) in corrispondenza della chicane nella lotta per la settima posizione.

All'inizio Rast con la sua Audi è riuscito a fare pressione su Wehrlein, appena davanti a lui, in seconda posizione. De Vries ha risposto alla pressione alle sue spalle con un ritmo di gara elevato, per mantenere il distacco di un secondo, ma questa scelta ha generato però delle preoccupazioni a causa dell'eccessivo consumo di energia.

La battaglia tra Evans al quinto posto, Lynn al sesto, Bird al settimo e Guenther all'ottavo sembrava molto accesa, con solo 1,5 secondi a separare i quattro piloti. All'ottavo giro, Bird è riuscito a recuperare terreno e, dopo aver sorpassato il pilota della Mahindra proprio davanti a lui, è partito all'inseguimento del suo compagno di squadra.

All'approssimarsi della mezz'ora, l'ingegnere di Rast ha dato il via libera al pilota tedesco per attaccare Wehrlein in seconda posizione. Un tipico attacco da parte del campione DTM lo ha visto sorpassare la Porsche all'esterno nella chicane. Wehrlein ha attivato immediatamente l'ATTACK MODE per cercare di rispondere all'attacco, seguendo De Vries che aveva già ottenuto il suo primo boost di 35 kW.

Benché De Vries fosse in ATTACK MODE con la sua Mercedes-EQ, Rast con la sua Audi è riuscito a mantenere invariato il distacco e ha scelto di utilizzare tutti i 235 kW al 14° giro. Anche Mortara ha dispiegato tutta la sua potenza e dopo essere risalito in quinta posizione, è riuscito a superare in un colpo solo sia Wehrlein che Evans in corrispondenza della chicane. È così balzato dal quinto al terzo posto con uno straordinario sorpasso doppio.

Al 16° giro, Bird e Lynn si sono scontrati nella lotta per la sesta posizione e la Mahindra ha avuto la peggio. A metà gara, quindi, è entrata in pista la BMW i Safety Car che ha ricompattato il gruppo condotto da De Vries e seguito da Rast, Mortara, Evans, Wehrlein, Guenther, Oliver Rowland (Nissan e.dams), Andre Lotterer (Porsche), Alexander Sims (Mahindra Racing) e Lucas di Grassi (Audi Sport ABT Schaeffler), che aveva guadagnato sei posizioni.

Quando mancavano meno di 15 minuti all'ultimo giro, De Vries si è lanciato di nuovo e ha subito creato un distacco di 1,7 secondi dai suoi inseguitori.

Guenther ha sbagliato tutto alla Curva 2 con la sua BMW: ha perso la traiettoria e ha urtato violentemente le barriere riportando diversi danni all'auto. È stato quindi necessario un nuovo intervento della Safety Car quando mancavano solo 12 minuti all'ultimo giro. De Vries aveva appena attivato per la seconda volta l'ATTACK MODE seguito da Rast ed Evans, consentendo a Mortara di conquistare il secondo posto. Ma, cosa ancora più importante, i due piloti hanno colto l'occasione per uscire dalla traiettoria di gara e passare nell'area dell'ATTACK MODE per la seconda e ultima attivazione protetti dalla Safety Car.

A cinque minuti dall'ultimo giro, quindi, De Vries guidava il gruppo composto da Mortara, Rast, Evans, Wehrlein, Sims, Rowland, Di Grassi, Vandoorne e Oliver Turvey (NIO 333), il pilota britannico è stato un grande protagonista nella gara di apertura.

Rast è stato in grado di riappropriarsi della seconda posizione quando Mortara è uscito dalla traiettoria di gara per attivare l'ATTACK MODE, ma la battaglia era ancora tutta da giocare tra la Venturi, con 35 kW di vantaggio, e l'Audi, prima della bandiera a scacchi. Rast non ha potuto fare nulla, però, quando il pilota svizzero sul lungo rettilineo ha attaccato l'Audi per riprendersi la seconda posizione. Nel giro successivo anche Mitch Evans ha superato il pilota tedesco conquistando la terza posizione.

De Vries ha vinto senza troppa fatica, facendo l'en plein in questo Round 1, mentre Mortara, dopo una straordinaria prestazione, è riuscito a posizionarsi secondo seguito da Evans. Rast alla fine è arrivato quarto, nonostante abbia tentato il tutto per tutto per cercare di conquistare un gradino del podio. Wehrlein ha concluso in quinta posizione e Rowland in sesta dopo aver rubato il posto a Sims all'ultimo giro. A completare la top ten Vandoorne, Di Grassi e Turvey. Quest'ultimo ha portato a casa un punto nel Round 1 interrompendo così la serie di gare senza punti della Stagione 6 del team NIO. Rast, nel frattempo, ha ottenuto un punto extra conquistando il TAG Heuer Fastest Lap.

"Sono ancora abbastanza sereno, non so perché! Dovrei essere al settimo cielo" ha detto De Vries subito dopo la gara. "È la mia prima vittoria di Formula E" ha continuato. "Sono molto soddisfatto dei risultati ottenuti finora ed è stato bello riuscire a vincere dopo una corsa con così tanti interventi della Safety Car e una gara assolutamente imprevedibile. Le comunicazioni sono state molto intense e sono davvero contento di aver ottenuto la mia prima vittoria."

"Stavamo consumando troppo o non abbastanza la nostra energia. Mi è stato detto che Rast aveva un punto percentuale in più, ma il team mi ha tenuto calmo e alla fine ce l'abbiamo fatta. Sembra un cliché, ma non potrebbe essere più vero, grazie a tutti i membri del team che hanno lavorato così duramente per raggiungere questo risultato."

"Sono un papà e ho 34 anni!" ha aggiunto Mortara. "Quando sono in macchina a fare queste mosse il mio cuore si ferma! Wehrlein si è mosso all'ultimo minuto, quindi sono dovuto andare a sinistra perché mi ha davvero sorpreso. È stato il momento principale della gara ed ero davvero felice di essere sopravvissuto al caos e di aver finito al secondo posto. È fantastico. Mercedes ha imparato così tanto dal primo anno e stiamo raccogliendo i frutti del lavoro svolto durante l'inverno e continueremo a combattere."

"È stata una giornata pazzesca" ha affermato Evans. "Le Qualifiche sono andate bene e la Super Pole inaspettata ci ha messo in una posizione migliore. Le Safety Car non ci hanno aiutato molto e il tempo stringeva, quindi è stato snervante, ma il finale è stato incredibile per noi. C'è così tanto lavoro da fare dietro le quinte ed è davvero bello. È stato un finale al limite dell'energia con Rene (Rast) lì, ma fortunatamente alla fine ha fatto il mio gioco."

La Formula E è tornata e domani ci sarà una nuova sfida con il Round 2. Vi aspetta tanta altra azione nel buio del circuito cittadino di Riad, Dir'iyya, e una seconda scossa dalle competizioni elettriche su strada per dare il via alla stagione 2020/21.

Dai un'occhiata alla classifica definitiva e a tutti i dettagli del double-header dell'E-Prix di Dir'iyya nel Live Hub