Unisciti alla Formula E

Accedi o crea il tuo account Formula E

Iscriversi è facile, veloce e gratuito

Avrai accesso a:

  • Helmet

    Notizia. Analisi. Caratteristiche esclusive

  • Schedule

    Prenotazione prioritaria. Prezzi anticipati

  • Trophy

    Concorsi. Sconti. Esperienze

  • Podium

    Prevedi. Votazione. Vincita

PER CONTINUARE A LEGGERE...

Dovrai accedere o creare un account Formula E.

GUIDA DELLA CITTÀ: Nove cose che non sapevi su San Paolo

L'ABB FIA Formula E World Championship porta per la prima volta gare completamente elettriche nel Brasile, pazzo per gli sport motoristici, in programma a San Paolo per il sesto round della stagione 9. Ecco otto cose che potresti non sapere sulla città più grande del Brasile e luogo di nascita di Ayrton Senna e Lucas di Grassi.

brasil graffiti

Megalopoli

San Paolo è una delle principali metropoli del mondo. Designata città alfa globale, la capitale dello stato di San Paolo è la più popolosa del Brasile, delle Americhe e degli emisferi occidentale e meridionale con circa 12,5 milioni di abitanti e 21,6 milioni nell'area urbana più ampia. È un giro di giornali pieno di impegni.

Aumento delle scorte

Una città delle dimensioni di San Paolo è pronta per diventare una potenza economica. La città ha la più grande economia per PIL dell'America Latina e la 23a più grande del mondo, che rappresenta oltre il 10% dell'intero PIL del Brasile. La Borsa di San Paolo, nota come B3 e situata in Avenida Paulista, è una delle più grandi borse delle Americhe, con una capitalizzazione di mercato di quasi 1 trilione di dollari. La B3 è stata la prima borsa ad aderire al Global Compact delle Nazioni Unite, un'iniziativa che incoraggia le imprese di tutto il mondo ad adottare politiche sostenibili e socialmente responsabili.

sao paulo city scape

Global San Paolo

La città è considerata la più multiculturale del Brasile, ospita persone provenienti da oltre 200 paesi e le più grandi diaspore italiane, portoghesi, arabe e giapponesi del paese. A causa delle sue dimensioni, ci sono in realtà più persone di origine italiana a San Paolo che in qualsiasi altra città d'Italia, e questa influenza si riscontra in quartieri come Bixiga e Brás, con celebrazioni e festival regolari in ognuno delle centinaia di quartieri della città.

Centro culturale

Con tutte queste diverse influenze, San Paolo è orgogliosa di essere un centro di cultura e creatività: eventi importanti come la settimana della moda di San Paolo, il São Paulo Jazz Festival, la Biennale d'arte di San Paolo e il Comic Con Experience sono solo un frammento delle celebrazioni della città durante tutto l'anno e la LGBTQ Pride Parade di San Paolo è la seconda parata più grande del suo genere al mondo.

Molti dei più celebri compositori viventi brasiliani provengono dalla città, e l'Orchestra Sinfonica dello Stato di San Paolo è ampiamente considerata tra le migliori al mondo.

Patria dello sport

San Paolo ha ospitato un'incredibile varietà di eventi sportivi nel corso della sua storia, grazie alla passione sfrenata della città per lo sport. L'ATP Brasil Open si svolge a San Paolo ogni anno e porta in Brasile i migliori tennisti del mondo, e i Giochi Panamericani del 1963 si sono svolti in tutta la città.

Naturalmente, non sarebbe una città del Brasile senza un grande seguito calcistico. San Paolo ha ospitato la Coppa del Mondo FIFA del 1950 ed è stata la sede della cerimonia di apertura della Coppa del Mondo 2014, inoltre ha ospitato cinque partite del torneo. La città ha tre principali squadre di calcio nazionali, ognuna con una storia lunga e leggendaria. Il Corinthians è una delle squadre di calcio più importanti delle Americhe, mentre il Palmeiras è campione nazionale in carica e il San Paolo è uno dei soli tre club a non essere mai stato retrocesso dalla massima divisione.

Quando si parla di San Paolo e dello sport, c'è anche la piccola questione del Gran Premio del Brasile di Formula Uno a Interlagos...

interlagos circuit aerial

Le credenziali automobilistiche del Brasile

Oltre al calcio, il Brasile ha una passione ardente per gli sport motoristici e ogni tifoso degno di questo nome conosce i talenti che sono nati dal paese, in particolare il tre volte campione del mondo di F1 — e proprio di San Paolo — Ayrton Senna. Il Gran Premio del Brasile si svolge all'Autódromo José Carlos Pace nel quartiere di Interlagos a intervalli dal 1973 e ogni anno dal 1990. Gli amanti del motorsport brasiliano hanno visto quattro brasiliani vincere la gara di casa: Emerson Fittipaldi (1973 e 1974), José Carlos Pace (1975, da cui il circuito prende il nome), Senna (1991 e 1993) e Felipe Massa (2006 e 2008). E dove siamo nati tutti e quattro i piloti? San Paolo.

L'E-Prix di San Paolo di Formula E ABB Julius Baer del 2023 si terrà all'Anhembi Sambadrome, una sede che ha ospitato IndyCar tra il 2010 e il 2013 come prima destinazione al di fuori degli Stati Uniti ad ospitare la serie di corse.

Ritorno a casa elettrico

Il Brasile e San Paolo hanno forti legami con la Formula E. Felipe Massa ha guidato per Venturi, Bruno Senna per Mahindra e Felipe Nasr per GEOX Dragon (ora DA Penske). Nelson Piquet Jr. ha vinto il campionato inaugurale di Formula E nel 2014/15 e il vincitore della stagione 3, Lucas di Grassi, è un orgoglioso figlio della città.

Di Grassi è entusiasta di portare la sua serie nella sua città natale. «Non vedo l'ora di correre a San Paolo», ha dichiarato il pilota della Mahindra Racing.» È stato un sogno per me sin dalla prima gara di Formula E, nel 2013. È stato vicino un paio di volte e non è ancora successo, ma dopo 10 anni di duro lavoro e tenacia, sta finalmente accadendo nella stagione 9 e per l'inizio di GEN3.

di grassi podium brazil flag

«È molto emozionante per me correre lì. Vengo da San Paolo, sono nato a pochi minuti di distanza e sono cresciuto lì. Sarà una gara incredibile davanti ai miei tifosi di casa. Il circuito del Sambodromo sembra fantastico e le migliaia di persone che amano partecipare al carnevale e trascorrere un po' di tempo in Brasile potranno rimanere per assistere alla gara, allo Zero Summit e al grande festival musicale che si svolgerà nello stesso fine settimana. Sono sicuro che gli appassionati brasiliani riempiranno le tribune!»

Insieme a Di Grassi sulla griglia di partenza ci sarà Sergio Sette Camara della NIO 333, e il pilota di Belo Horizonte è altrettanto entusiasta di correre in Brasile. «Quando ero bambino, guardavo la Formula Uno», ha detto Sette Camara. «La cultura è molto grande in Brasile e il motivo è che va dai nonni ai genitori e ai bambini.

«Ricordo di aver visto le gare con mio nonno, mio padre e mio zio e sono state tutte influenzate molto da Emerson Fittipaldi e anche da Nelson Piquet (Sr.). Certo, lo trasmettono a noi bambini e abbiamo davvero imparato ad apprezzare i nostri idoli.

«Il pilota che era davvero al top quando ero bambino era Felipe Massa perché era alla Ferrari e vinceva gare. L'hai visto e hai pensato «wow, sta guidando la famosa macchina rossa e sta vincendo le gare; è quello che posso essere, è fattibile». Penso davvero che sia stato lui a ispirarmi, insieme a Rubens (Barrichello) perché vincevano gare e erano ai massimi livelli del motorsport quando ero bambino».

Formula E in Sud America

San Paolo è la quarta città del Sud America ad ospitare una gara di Formula E, dopo Punta del Este (Uruguay), Buenos Aires (Argentina) e Santiago (Cile). L'unico pilota ad aver ottenuto tre vittorie nel continente è Sébastien Buemi: Lucas di Grassi ha conquistato cinque podi, ma deve ancora salire al primo posto. Non c'è sicuramente posto migliore per lui per farlo di San Paolo.

La pista

La

pista brasiliana di Formula E si trova nel quartiere Santana di San Paolo, il quartiere in cui Ayrton Senna è nato nel 1960. Si snoda attraverso e intorno al Sambodromo, uno dei più grandi locali all'aperto del Brasile. Progettato dal famoso architetto brasiliano Oscar Niemeyer, lo stadio da 103.000 posti è famoso per ospitare la tappa brasiliana della serie di corse IndyCar, ma anche per il festival del colore e della danza, il Carnaval de São Paulo.

La Formula E correrà a marzo per la prima volta dall'E-Prix di Sanya della quinta stagione e arriverà alla fine della stagione delle piogge in Brasile. I piloti dovranno fare attenzione a sfrecciare su questa pista, dato che San Paolo ha una media di nove pollici di pioggia durante il mese: la IndyCar è stata quasi piovuta nel 2010 ed è stata fermata a metà strada per oltre mezz'ora a causa delle condizioni meteorologiche torrenziali.