Unisciti alla Formula E

Accedi o crea il tuo account Formula E

Iscriversi è facile, veloce e gratuito

Avrai accesso a:

  • Helmet

    Notizia. Analisi. Caratteristiche esclusive

  • Schedule

    Prenotazione prioritaria. Prezzi anticipati

  • Trophy

    Concorsi. Sconti. Esperienze

  • Podium

    Prevedi. Votazione. Vincita

PER CONTINUARE A LEGGERE...

Dovrai accedere o creare un account Formula E.

DA GUARDARE: I brasiliani possono fare grandi gol in casa?

Con due piloti brasiliani in griglia, Lucas di Grassi e Sergio Sette Camara, riusciranno i due a vincere a Samba a San Paolo? Ecco alcuni piloti da prendere in considerazione nella tua formazione Predictor mentre ci prepariamo per il debutto della Formula E in Brasile.

sette camara nio 333 helmet

Il Brasile ha prodotto alcuni piloti leggendari nel corso degli anni e la nazione è una delle nazioni di maggior successo in Formula E con la famosa bandiera brasiliana che sventola sul podio per un totale di 47 volte, il massimo di qualsiasi nazione e il paese sudamericano è al terzo posto nella lista delle vittorie nazionali di tutti i tempi.

Per la gara inaugurale di San Paolo, ci sono due brasiliani in griglia: Lucas di Grassi per Mahindra Racing e Sergio Sette Camara di NIO 333, entrambi pronti per questo momento storico e pronti a ricevere gli incoraggianti applausi del pubblico di casa.

Preparati per un'altra partita di pronostici di Formula E, gioca nell'app per avere la possibilità di vincere premi esclusivi e non farti sfuggire l'orologio TAG Heuer Connected.

Per la vittoria

Da quello che abbiamo visto finora in questa stagione, la possibilità di vincere in casa potrebbe essere fuori dalla portata di Di Grassi e Sette Camara, ma c'è un altro portoghese in griglia che potrebbe trovare qualche successo al sambodromo.

Antonio Felix da Costa di TAG Heuer Porsche considera questa gara come una gara di casa, il pilota portoghese visita spesso il Brasile in bassa stagione per alcune gare di stock car ed è popolare tra i tifosi locali.

Dopo una partenza lenta da quando è entrato in Porsche per l'inizio dell'era GEN3, il campione della Stagione 6 ha conquistato la vittoria a Città del Capo, mostrando una forma simile a quella di quell'anno di vittoria del titolo con DS: il DAC è tornato.

E c'è uno schema in questa somiglianza, dopo essere entrato in DS ci sono volute cinque gare prima che da Costa ottenesse la vittoria al debutto con la squadra nera e oro. Un'impresa che ha copiato da quando è entrato in Porsche nella stagione 9, quella successiva alla vittoria del campionato è stata una guida dominante con altre due vittorie in gara.

Le probabilità che ciò accada di nuovo sono probabilmente scarse, ma il pilota portoghese è adattabile, come dimostrano le sue prestazioni su nuove piste in questa stagione: quarto in strada/promosso al terzo posto a Hyderabad e poi alla vittoria a Città del Capo, con un'altra nuova pista all'orizzonte potrebbe essere pronto per un'altra vittoria.

La velocità incontra l'efficienza e la capacità di sfrecciare sul campo è stata il punto di forza di Porsche nella stagione 9. Da Costa è arrivato dall'undicesimo posto alla vittoria l'ultima volta e anche il suo compagno di squadra e attuale leader del campionato Pascal Wehrlein ha ottenuto punti simili alla doppia vittoria a Diriyah.

Il tedesco ha avuto una gara da dimenticare a Città del Capo, cadendo fuori gara ma in virtù dei suoi punti ha lasciato il Sudafrica ancora con una discreta mano in testa alla classifica. Wehrlein non vedrà l'ora di lasciarsi alle spalle Città del Capo e segnare alla grande in Brasile, ci sono solo tante volte in cui riuscirà a fermarsi e cavarsela mentre i suoi sfidanti colmano il divario.

Potenziali sul podio

Le due gare precedenti hanno visto gli stessi tre piloti salire sul podio, per la prima volta nella storia della Formula E, con da Costa affiancato da Jean-Eric Vergne di DS PENSKE e Nick Cassidy (Envision Racing) sia a Hyderabad che a Città del Capo.

JEV ha partecipato alla lotta titanica con da Costa nelle fasi finali. Il francese ha ammesso di essere stato colto di sorpresa dall'audace mossa fatta dal suo ex compagno di squadra nel settore veloce di Città del Capo, ma alla fine ha preso in considerazione le conseguenze del campionato andando testa a ruota con da Costa: è questo tipo di costanza che ha portato Vergne al successo del titolo in passato e qualcosa che abbiamo visto dal campione in carica e dal suo compagno di squadra DS PENSKE Stoffel Vandoorne la scorsa stagione.

Il due volte campione ha avuto una rinascita in questa stagione dopo, proprio come da Costa, inizialmente faticato in un ambiente nuovo. Con la nuova veste DS PENSKE, la squadra appare sempre più forte ad ogni uscita: JEV si trova ora terzo in classifica e a portata di mano del secondo posto.

vergne victory hyderabad

Di Grassi ha aperto la sua stagione con un bel primo podio e una pole position con Mahindra Racing a Città del Messico. Nelle quattro gare successive, il primo centurione della Formula E non ha raccolto punti ed è diventato l'ultimo pilota ad avere un record di presenze del 100%, dopo che tutte le auto motorizzate Mahindra sono state ritirate a Città del Capo.

L'ex campione è un eroe della città, originario di San Paolo e nato a pochi minuti dal circuito. Il Sud America è stato positivo per Di Grassi in termini di forma precedente, il brasiliano ha ottenuto cinque podi in tutto il continente ma deve ancora salire sul gradino più alto: vedremo di Grassi sul gradino più alto avvolto nella famosa bandiera?

Pole d'esordio e secondo pole-sitter più giovane della storia nella sua stagione da rookie, Sacha Fenestraz è stato impavido sul circuito cittadino ad alta velocità di Città del Capo e San Paolo dovrebbe essere un'altra gara veloce. Nato in Argentina, il pilota Nissan tratta San Paolo come una gara di casa.

Il franco-argentino è stato eliminato da due piazzamenti decenti nelle ultime due gare. Fenestraz stava correndo in un solido quarto posto e stava aumentando il ritmo a Hyderabad quando era un gruppo innocente coinvolto nella collisione tra i due piloti della Jaguar TCS Racing. Poi a Città del Capo, il debuttante si è scontrato con Cassidy in una lotta serrata per il podio finale all'ultimo giro. Sabato Fenestraz cercherà di cambiare le sue sorti davanti ai suoi amici e alla sua famiglia.

Ritmo in un giro

Il NIO 333 sta vivendo una delle migliori stagioni degli ultimi anni, reduce da due punti di fila, cosa che non accadeva dalla prima stagione nella sua precedente veste di China Racing. Ma è stato in un solo giro che i NIO hanno dato il massimo, come dimostrato da Dan Ticktum che ha fatto due apparizioni in Duels nella stagione 9.

Il suo compagno di squadra Sette Camara è ora uno dei tre piloti ad aver partecipato a tutte le gare quest'anno senza arrivare alle fasi del Duello. Con il vecchio adagio motoristico secondo cui correre davanti al pubblico di casa vale qualche decimo in più al secondo al giro, potremmo vedere il brasiliano spezzare la sua papera nei Duels nella stagione 9?

buemi in action diriyah
Buemi looks refreshed since joining Envision Racing in Season 9, but a podium still eludes the former champ

Un pilota che ha volato in qualifica è Sebastien Buemi, che sta ancora andando forte in verde da quando è passato a Envision Racing, ed è l'unico pilota sulla griglia ad aver raggiunto le fasi del Duello in ogni gara finora nel 2023 e ha la posizione di partenza media più alta (4,4). Città del Capo è stata particolarmente famosa perché l'ex campione svizzero, si è ripreso da uno shunt veloce venerdì per arrivare ai Duels e qualificare la sua macchina GEN3 ricostruita al settimo posto e mantenere la sua serie di duelli.

La NEOM McLaren ha avuto il maggior numero di presenze in Duel di qualsiasi altra squadra nel primo quarto della stagione, i piloti in papaya hanno fatto sette trasferte agli ottavi, tre per Jake Hughes e quattro per Rene Rast, e i tedeschi sono arrivati negli ultimi quattro round consecutivi, una serie migliorata solo dai cinque di fila di Buemi.

Tuttavia, la pole non è ancora stata convertita in una vittoria nella stagione 9 e questa serie può essere fatta risalire a otto gare da Londra l'anno scorso, la più lunga siccità di vittorie in pole nella storia della Formula E. Il miglior piazzamento dalla pole position è arrivato nelle mani di Di Grassi, che ha concluso al terzo posto nel round di apertura a Città del Messico.

Siamo assenti da un mese e le squadre avranno passato questo tempo a esaminare una miriade di dati, è il momento cruciale, quindi non perdere l'occasione e scarica l'app di Formula E per iniziare subito a registrare quei pronostici per avere la possibilità di vincere.