25 apr 21

Jake Dennis si aggiudica la sua prima vittoria dopo una gara perfetta dall'inizio alla fine nel Round 6 del DHL E-Prix di Valencia

Jake Dennis del team BMW i Andretti Motorsport festeggia la sua prima vittoria in Formula E: avendo mantenuto un equilibrio perfetto tra ritmo e gestione dell'energia è riuscito a dominare la gara, dall'inizio alla fine, nel Round 6 del DHL E-Prix di Valencia sul Circuito Ricardo Tormo.

Jake Dennis (BMW i Andretti Motorsport) ha guidato in modo perfettamente equilibrato nel Round 6 del DHL E-Prix di Valencia ottenendo la sua prima vittoria in Formula E, seguito da Andre Lotterer della Porsche e Alex Lynn della Mahindra Racing.

Il 25enne ha guidato il gruppo dall'inizio alla fine: un compito difficile visto che sul Circuito Ricardo Tormo ad alta velocità la gestione dell'energia è stata prioritaria.

Concentrandosi sulla gestione dell'energia utilizzabile, la maggior parte dei 24 piloti ha cercato di tirare a lungo la partita e azzardare sorpassi durante il periodo di attivazione dell'ATTACK MODE e verso la fine della gara. A questo punto i piloti che avevano gestito in maniera più efficace l'energia utilizzabile hanno cercato di sfruttarla appieno.

Dennis è stato veloce e ha persino realizzato un vantaggio di 1,5 secondi da Lotterer sul traguardo, mentre il pilota della Porsche ha ottenuto il suo primo podio e i primi punti della Stagione 7.

Lynn ha provato a restare attaccato all'iFE.21 di Dennis durante la gara ed è rimasto al secondo posto per la maggior parte del Round, finché un colpetto di Norman Nato (ROKiT Venturi Racing) non ha spinto il pilota della Mahindra nella ghiaia facendogli perdere alcune posizioni. L'ottima gestione dell'energia di Lynn gli ha consentito di disporre dell'energia sufficiente per recuperare posizioni alla fine e una meritata prima apparizione sul podio.

Oliver Rowland (Nissan e.dams) ha recuperato una manciata di posizioni fino ad arrivare al quarto posto, seguito da Nato, al quale è stata però assegnata una penalità di cinque secondi per la sua manovra su Lynn, mentre Rene Rast (Audi Sport ABT Schaeffler) ha finito col recuperare otto posizioni, completando la gara sesto dopo aver iniziato dal 14° posto.

Jean-Eric Vergne (DS TECHEETAH) è arrivato settimo, Oliver Turvey di NIO 333 ottavo, anche se durante la gara aveva raggiunto la seconda posizione, ma sarà comunque contento di aver ottenuto dei buoni punti, mentre Edo Mortara (ROKiT Venturi Racing) e Lucas di Grassi (Audi Sport ABT Schaeffler) hanno completato il gruppo dei primi 10.

Nessuno dei primi cinque piloti in classifica ha ottenuto punti nel Round 6. Sono partiti quasi tutti dal retro del gruppo per le difficoltà incontrate in Qualifica a causa della pista ancora bagnata. Le condizioni del tracciato sono migliorate, infatti, solo verso la fine della sessione di Qualifiche. Nonostante ciò, Nyck de Vries (Mercedes-EQ) è arrivato prima del compagno di squadra Stoffel Vandoorne e Sam Bird (Jaguar Racing) e Mercedes hanno mantenuto il loro vantaggio nella classifica delle squadre.

La gara

Dennis è partito spedito per mantenere la guida del gruppo, seguito da Lynn. Nel primo quarto della gara i piloti sono stati cauti nel tentativo di massimizzare il loro tempo nella scia delle auto davanti a loro e hanno gestito l'energia disponibile piuttosto che giocare le loro carte.

Sergio Sette Camara (DRAGON / PENSKE AUTOSPORT) è stato uno dei primi a muoversi, con un sorpasso su Sebastien Buemi (Nissan e.dams) per conquistare la decima posizione nel Giro 4, seguito dal campione in carica Antonio Felix da Costa (DS TECHEETAH) che è passato al nono nel giro successivo. Il pilota francese Vergne ha colto l'opportunità per strappare il quinto posto a Blomqvist e l'ha colta debitamente, avendo recuperato una posizione nel primo giro superando Lotterer.

Nessuno voleva fare per primo il passaggio nella zona di attivazione dell'ATTACK MODE poiché l'intero gruppo, ad eccezione di Alexander Sims della Mahindra che aveva scontato una penalità in precedenza per un'infrazione tecnica, era diviso da soli 11 secondi.

All'undicesimo giro, la maggior parte dei piloti nelle prime posizioni ha attivato la sua prima dose di 35 kW di potenza aggiuntiva. 

Dennis e Lynn hanno realizzato un vantaggio di un secondo sul gruppo, mentre Turvey, il pilota della NIO, ha iniziato a retrocedere fino ad arrivare al sesto posto, dopo essere stato superato da Nato, Lotterer e Vergne in lotta per accaparrarsi il terzo, il quarto e il quinto posto.

Dennis, leader della gara, ha fatto una mossa magistrale, quando è riuscito a mantenere il comando dopo la prima attivazione dell'ATTACK MODE. Il rookie è stato anche in grado di eguagliare gli altri piloti in termini di consumo di energia, nonostante sia stato per tutta la gara in prima posizione, senza quindi poter sfruttare alcuna scia.

Rene Rast (Audi Sport ABT Schaeffler) è partito dal 14° posto nella griglia e si è fatto strada silenziosamente nel gruppo. Un contatto tra Nato e Lynn ha consentito al pilota francese di conquistare il secondo posto, ma ha spinto il pilota della Mahindra sulla ghiaia facendogli perdere posizioni. È finito infatti fino all'8° posto, regalando un ulteriore vantaggio a Rast. Il pilota tedesco aveva provvisoriamente conquistato il terzo posto, posizione da podio, fino a quando Lotterer è andato ad attivare la sua seconda ATTACK MODE, che gli ha permesso di superare il connazionale e riconquistare il suo posto. Così, Nato si è ritrovato in seconda posizione, ma gli è stata inflitta una penalità di cinque secondi.

Anche Stoffel Vandoorne di Mercedes-EQ si è dato da fare per recuperare posizioni. Al 20° giro, nel tentativo di attaccare Buemi al 10° posto, in posizione da punti, alla Curva 10 lo ha urtato e il pilota belga ha avuto la peggio: la sua auto ha riportato danni che lo hanno costretto al ritiro dalla gara.

La gestione dell'energia è diventata sempre più importante con il passare del tempo. L'ingegnere di Dennis ha comunicato via radio al leader di gara di perdere un secondo nel settore finale così da effettuare l'ultimo giro a tutta velocità piuttosto che affrontare due giri cercando di risparmiare energia.

Dennis ha mantenuto la sua compostezza e ha gestito la corsa perfettamente fino al traguardo, con Lotterer secondo e Lynn terzo.

Il DHL E-Prix di Valencia è arrivato! Segui tutta l'azione dei Round 5 e 6, controlla le classifiche definitive su fiaformulae.com/live