18 gen 20

Nel caldo torrido di Santiago Guenther conquista la vittoria nel giro finale

Max Guenther della BMW i Andretti Motorsport ha lottato duramente per conquistare la vittoria nel caldo torrido di Santiago dopo un'accanita battaglia con Antonio Felix da Costa del team DS Techeetah. Mitch Evans, il Poleman della gara e pilota della Panasonic Jaguar Racing, si è posizionato terzo. Di seguito i dettagli di questa gara. 

Partendo dalla Pole, Mitch Evans della Panasonic Jaguar Racing ha mantenuto la prima posizione nei primi giri dell'E-Prix Antofagasta Minerals di Santiago 2020 seguito da Pascal Wehrlein del team Mahindra Racing, che ha superato Max Guenther della BMW i Andretti Motorsport, in terza posizione. 

Dopo aver corso i primi giri mantenendo uno stile di guida pulito, il leader del campionato Sims si è fermato in pista causando il regime di Full Course Yellow. Una volta rimossa la sua auto, è ripresa la corsa con 37 minuti rimasti prima dell'ultimo giro.

Mentre superava le Curve 10 e 11, Oliver Rowland della Nissan e.dams ha toccato l'auto di Sam Bird dell'Envision Virgin Racing, danneggiando l'alettone anteriore che è volato via dall'auto. Allo stesso tempo, l'auto di Bird si è girata, perdendo delle posizioni preziose fino ad arrivare al 19° posto. 

Con l'attivazione dell'ATTACK MODE, Max Guenther si è avvicinato a Edoardo Mortara della Rokit Venturi Racing e utilizzando la potenza extra è riuscito a superarlo e a conquistare il 3° posto. Con Mortara in quarta posizione e il suo compagno di squadra Felipe Massa in quinta, le due auto della Venturi si sono trovate alle spalle delle prime tre posizioni, in attesa di poter avanzare. 

Massa, arrivando insieme al suo compagno di squadra in prossimità della Curva 10, è stato obbligato ad allargarsi colpendo quindi le barriere e scivolando al 7° posto. Approfittando della situazione, il campione in carica e pilota del team DS Techeetah, Jean-Eric Vergne, è passato in quinta posizione. 

A 25 minuti dall'ultimo giro, Evans era ancora in testa mantenendo il comando davanti a Guenther e Wehrlein. Sfruttando ancora l'ATTACK MODE, Guenther è riuscito a superare Evans in prossimità della Curva 9. 

Nonostante fosse partito dalle ultime posizioni, Lucas di Grassi del team Audi Sport Abt Schaeffler è riuscito a risalire al 12° posto, a due posizioni dal suo compagno di squadra Daniel Abt. 

A 14 minuti dall'ultimo giro, Wehrlein ha rallentato consentendo a Vergne e al suo compagno Antonio Felix da Costa di passare rispettivamente in terza e quarta posizione. 

Mentre i due piloti della DS Techeetah occupavano il terzo e quarto posto, la ruota anteriore sinistra del campione in carica Vergne ha iniziato a sfregare sull'alettone, lasciando dietro di sé una scia di fumo. Vergne ha tuttavia continuato a correre, perdendo alcune posizioni e finendo al 6° posto, finché l'alettone non è volato via sulla pista. A soli sette minuti dall'ultimo giro, Vergne è entrato ai box con la sua auto danneggiata lasciando il suo compagno di squadra a lottare per il gradino più alto del podio. 

Attaccando per conquistare il secondo posto, Da Costa ha superato il Poleman Evans in prossimità della lunga Curva 8, per poi andare a caccia di Guenther e conquistare il primo posto. 

Tenendo duro, Geunther ha mantenuto il comando con meno di tre minuti rimasti prima dell'ultimo giro. Entrambe le auto sono arrivate insieme alla Curva 10 e Da Costa ha costretto il pilota della BMW ad allargarsi, riuscendo così a passare all'interno e conquistare il primo posto.  

A meno di un minuto dall'ultimo giro però Guenther è tornato all'attacco su Da Costa. Guenther con lo stesso livello di energia di Da Costa ha riconquistato la testa della corsa in prossimità della Curva 9. Dopo aver superato le Curve 10 e 11, il pilota della BMW si è aggiudicato la vittoria con Da Costa al secondo posto ed Evans al terzo.  

I risultati della gara sono quelli provvisori rilevati al momento della stesura dell'articolo. Controlla qui i risultati completi e aggiornati della gara