25 mag 19

Analisi di Berlino: Di Grassi conquista la vittoria casalinga per l'Audi, tre campioni conquistano il podio e Buemi torna tra i primi

Lucas di Grassi porta a casa la dodicesima vittoria e il 40° podio per l'Audi, con una prova di forza del costruttore tedesco contro la BMW a Berlino. JEV arriva secondo in una gara "divertente" per il francese, mentre Buemi conquista il suo primo podio della stagione, ma è ancora lontano dalla forma migliore. Mentre la polvere si deposita sul cemento dell'Aeroporto di Tempelhof, diamo uno sguardo ai momenti più emozionanti della battaglia per Berlino.  

Di Grassi conquista una vittoria casalinga per l'Audi... di nuovo

Poco più di un anno fa, l'immagine del podio all'Aeroporto di Tempelhof era una scena simile, fatta eccezione per una differenza fondamentale: il pilota. A un anno dalla clamorosa vittoria di Daniel Abt nella gara di casa a Berlino, il suo compagno di scuderia Lucas di Grassi ha portato a casa un'altra vittoria per il team Audi Sport Abt Schaeffler sul circuito di casa. 

"Una gara fantastica per l'Audi. E' stata una gara molto strategica con un notevole risparmio energetico e oggi le nostre macchine sono sembrate molto efficienti, quindi sono super felice", afferma l'ex campione dopo aver conquistato la 12° vittoria e il 40° podio per l'Audi in 55 gare di Formula E. 

"Dimostra che devi lavorare duramente e fare del tuo meglio - le sorprese possono arrivare e questa è una sorpresa molto bella per me".

Con i punti conquistati dal compagno di scuderia Daniel Abt dopo aver chiuso al sesto posto, il team è salito al 2° posto nel campionato dei team. L'Audi ha conquistato la vittoria a Berlino per il secondo anno consecutivo, mandando un chiaro segnale ai rivali tedeschi della BMW i e della HWA Racelab - così come ai futuri contendenti Porsche e Mercedes - a soli 25 punti dietro la DS Techeetah nel campionato dei team.

Buemi è tornato, ma lontano dalla forma migliore 

Uno dei campioni indiscussi della Formula E, Sebastien Buemi della Nissan e.dams - con un totale di 12 vittorie e 22 podi nella serie - è finalmente arrivato tra i primi tre per la prima volta in questa stagione. Ma avendo iniziato la gara in testa, è stata una celebrazione un po' sottotono per l'ex campione. "Lucas sembrava essere più veloce di me, quindi non volevo consumare troppo", ha detto il pilota svizzero.  

"Mi sento di aver fatto il massimo che potevo oggi, quindi non c'era molto altro... Non ero abbastanza efficiente e all'inizio non ero abbastanza veloce. Oggi non sono andato male, ma Lucas era migliore e secondo me lo era anche JEV".

Ora, con 61 punti, Buemi è per un soffio tra i primi dieci in classifica, sebbene sia ancora una posizione dietro il suo compagno di scuderia Oliver Rowland. 

"Sono soddisfatto perché penso che non siamo abbastanza veloci in gara per puntare a qualcosa di meglio, quindi alla fine sono contento di prendere 21 punti oggi - Va bene così. Secondo me un P3 per il team in campionato è davvero possibile. 

Penso di essere stato sempre presente in questa stagione, ma sono sempre stato sfortunato in questa stagione! Oggi sono riuscito ad avere un buon ritmo nelle qualifiche, ma non vedo l'ora che arrivi Berna - speriamo che le cose andranno un po' meglio. Voglio solo fare un buon risultato per il mio pubblico di casa".   

Tre campioni conquistano il podio - la corsa al titolo è iniziata

Vedi alcuni volti noti sul podio a Berlino? Con tre dei quattro ex campioni dell'ABB FIA Formula E sul podio, è chiaro che l'esperienza è fondamentale in Formula E. Per il campione in carica e leader della stagione attuale Jean-Eric Vergne (DS Techeetah), una gara "divertente" per il francese lo vede aumentare il suo vantaggio in campionato - anche se solo di cinque punti - mentre il campione della stagione 2017/18 Lucas di Grassi sale al secondo posto in classifica.

"È ancora molto presto per dire che vincerà il titolo perché ci sono ancora cinque o sei piloti molto vicini", afferma il brasiliano nei momenti successivi alla gara.

"Praticamente, chiunque vinca una gara si ritrova direttamente tra le prime posizioni in campionato. Probabilmente tutti i piloti fino all'ottava posizione: se vincono, sono di nuovo in lizza. Penso che ci saranno da cinque a sette piloti ancora in lotta per il titolo quando arriveremo a New York.

Dopo una deludente gara di casa per Andre Lotterer della DS Techeetah, dove un problema tecnico lo ha costretto al ritiro anticipato, il pilota tedesco scende di un gradino fino alla terza posizione - 16 punti dietro il suo compagno di scuderia. Ma n onostante si trovi in testa al campionato per la seconda volta in questa stagione, Vergne resta comunque prudente. 

"Mi sento bene per il campionato, ma prima c'è Berna - può cambiare tutto molto velocemente in Formula E. Dobbiamo solo mantenere la calma, continuare a lavorare da una gara all'altra e non cambiare nulla".

Dopo aver affermato che avrebbe provato a vincere un secondo titolo pochi momenti dopo aver vinto il primo a New York City la scorsa stagione, il francese ha ottime possibilità di riuscirci ma può succedere ancora di tutto. 

La corsa "divertente" per JEV è un capolavoro di frenate improvvise

"Avevo molta fiducia nell'auto oggi. Mi stavo solo divertendo", dice il pilota della DS Techeetah con un sorriso. "Mi piace essere in questo stato d'animo in queste condizioni - è stata una gara divertente per me e la migliore finora in questa stagione". 

Dopo essere partito in ottava posizione, il campione in carica si è fatto strada tra gruppo, superando cinque piloti per assicurarsi il suo 19° podio nella serie. 

"Mi piace qui a Berlino - innanzitutto, ci sono così tante persone qui e anche se il circuito è difficile in termini di gestione dell'energia e pneumatici, offre molte opportunità di sorpasso, quindi mi piace".

Prossimamente: La Formula E va a Berna per l' E-Prix Julius Baer Swiss 2019 il 22 giugno