27 giu 19

Il meglio dai social: E-Prix Julius Baer Swiss 2019

Pista "pazza" e "caos" nella capitale svizzera. Ora che è calato il sipario sull'E-Prix Julius Baer Swiss 2019, diamo un'occhiata al meglio dai social per la battaglia di Berna.

Al settimo cielo 

Dopo aver aumentato il suo vantaggio in campionato con altri 28 punti, vincendo il trofeo delle gare europee voestalpine e conquistando la vittoria nella capitale svizzera, Jean-Eric Vergne aveva molto da festeggiare durante il viaggio di ritorno da Berna. Dopo i trofei conquistati in Europa, il francese si dirige a New York City con una mano sul suo secondo titolo in campionato.

Pioggia + pista "pazza" = caos nelle strade cittadine

Sebastien Buemi della Nissan e.dams ha ammesso che la pista di Berna è una delle più difficili su cui guidare in Formula E e Mitch Evans della Panasonic Jaguar Racing l'ha descritta come un "circuito stradale hardcore", aggiungendo che sarebbe stato difficile rendere il circuito svizzero ancora più impegnativo. Tuttavia, a testimonianza dell'imprevedibilità dell'ABB FIA Formula E Championship, la pioggia ha iniziato a cadere copiosa sulla pista a pochi minuti dal termine, causando il caos mentre Vergne cercava disperatamente di mantenere il comando.  

Una "rivelazione" nelle gare su strada cittadine

Con l'ABB FIA Formula E Championship che arriva nella capitale svizzera per la prima volta nella sua storia, la gara di Berna si è rivelata una delle migliori del calendario. Con Rajesh Jejurikar, il Team Principal della Mahindra, che ha definito la gara una "rivelazione", gli spettatori sono accorsi lungo le strade per vedere le 22 auto e i rispettivi piloti che si danno battaglia in pista per l'ultimo turno delle gare europee voestalpine. 

Un gioco da ragazzi

Dopo una stagione lenta per Sebastien Buemi, il pilota di punta della Nissan e.dams, un terzo posto emozionante nella sua gara di casa "è sembrato una vittoria". Sfruttando al meglio l'occasione, il pilota svizzero è salito sul podio con suo figlio tra il tifo del pubblico di casa. "È stato bello - specialmente a casa con mio figlio...se c'è un posto in cui vuoi salire sul podio, è a casa", ha ammesso.