Misurazione e monitoraggio del nostro impatto

Valutazione del ciclo di vita del campionato

La valutazione del ciclo di vita (LCA, Life Cycle Assessment) è in prima linea negli studi sostenibili. È necessaria una visione olistica della produzione, dello svolgimento e della fine dell'evento, valutandone l'impatto dalla culla alla tomba o a un'altra culla.

Oltre a calcolare la nostra impronta di carbonio, la valutazione del ciclo di vita (LCA) consente di raccogliere una serie completa di dati che considera l'impatto del campionato sui cambiamenti climatici, l'impronta idrica, la qualità degli ecosistemi, le risorse naturali e la salute umana. Le aree dell'attività della Formula E valutate comprendono trasporto merci, viaggi d'affari, logistica e gestione degli eventi, viaggi degli spettatori, infrastrutture, coperture e consumo di energia.

Per la Stagione 5, abbiamo in programma di espandere il nostro raggio di azione per includere lo sviluppo e la produzione di auto e batterie.

I nostri impatti ambientali

Continuiamo a monitorare e misurare i nostri impatti ambientali per capire dove possiamo apportare miglioramenti reali nelle operazioni e nella pianificazione. Durante le prime quattro stagioni, il nostro maggiore impatto sul clima è derivato dalle emissioni di gas serra dovute al trasporto tra i siti di gara. Altre aree chiave di impatto includono i viaggi del personale per raggiungere i siti di gara, specialmente quelli fuori dall'Europa, nonché i pasti e le bevande serviti durante gli eventi.

Al fine di ridurre il nostro impatto sul clima, dobbiamo ottimizzare meglio il calendario delle gare in modo che sia possibile fare spedizioni utilizzando navi e treni piuttosto che il trasporto aereo. Abbiamo anche una chiara opportunità per ridurre la nostra impronta di carbonio servendo pasti a basse emissioni di carbonio, in particolare, con più opzioni vegetariane o a base di pollo.