Storia

La storia della Formula E

Benvenuto nella storia della Formula E: da un'idea allo sport che cresce più rapidamente al mondo.

Si dice che tutte le buone idee inizino sul retro di un tovagliolo. Il primo laptop, la Mini originale e, dalla sera del 3 marzo 2011, l'idea di un campionato di competizioni elettriche su strada è iniziata come nient'altro che scarabocchi su un tovagliolo.

Le poche parole scritte in un ristorante di Parigi hanno rappresentato l'inizio di quello che sarebbe diventato il primo campionato internazionale per monoposto completamente elettriche al mondo. Gli inizi della Formula E. Gli autori sono stati il presidente della FIA Jean Todt e l'imprenditore spagnolo Alejandro Agag. Insieme i due hanno sviluppato il campionato come mezzo per dimostrare il potenziale della mobilità sostenibile per contribuire a creare un mondo migliore e più pulito.

Jaime Alguersuari ha guidato nello stadio nazionale di Pechino durante la primissima gara di Formula E del 2014. 

Dal suo debutto a livello mondiale nel parco olimpico di Pechino nel 2014, la Formula E è diventata un marchio di intrattenimento globale con al centro il settore automobilistico. Adesso, con 11 team e 22 piloti schierati sulla griglia di partenza, il campionato è diventato una meta per i migliori team e talenti al mondo dell'automobilismo.

ABB FIA Formula E Championship - una nuova era di competizioni completamente elettriche

Nel gennaio 2018, la Formula E ha dato il benvenuto al gigante della tecnologia e della robotica ABB come title partner del campionato, dando inizio a una nuova era di competizioni elettriche su strada aiutata da uno dei più grandi nomi dell'elettrificazione. Con un totale di nove costruttori a bordo, come Jaguar, Nissan, BMW, Audi, DS e Mahindra, la Formula E funge da palco competitivo per i costruttori di automobili a livello globale e i fornitori di mobilità, per sottoporre a test e sviluppare tecnologie interessanti per le auto da strada. Gareggiando per le strade, il campionato funge da catalizzatore, contribuendo a perfezionare il design dei veicoli elettrici e a migliorare l'esperienza di guida per i conducenti di auto da strada che guidano ogni giorno in tutto il mondo. Adesso, sulla base di cinque stagioni di gare su strada completamente elettriche in città, il campionato vanta uno dei migliori calendari sportivi al mondo, con 13 gare disputate in 12 delle città più avanzate e innovatrici di tutti e cinque i continenti.

 La Formula E si fa strada a Roma in vista dell'E-Prix di Roma inaugurale del 2018.

La stagione 2018/19 vede l'incredibile auto Gen2 debuttare sulle strade cittadine per la prima volta. Con il doppio della capacità di accumulo di energia rispetto alla Gen1, i piloti della Gen2 possono percorrere l'intera distanza di gara, rendendo il cambio di auto a metà gara un lontano ricordo del passato, ma anche dimostrando i progressi compiuti nella mobilità completamente elettrica grazie alla potenza di 250 kW. Infatti, la Gen2 accelera da 0 a 100 km/h in 2,8 secondi e raggiunge una velocità massima di 280 km/h. Maggiore velocità e potenza si traducono in più azioni sul circuito e in una sola auto per ogni pilota: un'esperienza imperdibile.

La nuova e incredibile Gen2 segna una nuova era per il campionato che si avvia alla quinta stagione nel 2018/19.  

Benvenuto nella nuovissima era del campionato più serrato e avvincente al mondo, in cui il futuro della mobilità e le gare combattute ruota a ruota si svolgono lungo le strade cittadine. 

Siamo The Fiercely Driven. Siamo la Formula E.

L'ultimo cambio di auto: una nuova era della Formula E

Ripensare ai cinque anni della Formula E e guardare al futuro.